Social Media e Aziende, migliorarsi tramite il marketing online

Uno strumento ormai imprescindibile per migliorarsi sul mercato a patto che sia fatto con competenza

futuro dei media 2022

Con un bacino di utenza che solo in Italia raggiunge 43,2 milioni di persone, ovvero il 71,6% della popolazione, i social media rappresentano senza ombra di dubbio uno degli asset strategici per le aziende che desiderano aumentare il loro business. Gli ultimi anni hanno visto una vera e propria corsa al social media marketing da parte sia di grandi gruppi imprenditoriali, che di micro imprese. Le motivazioni sono ben note: farsi conoscere da un pubblico sempre più ampio e, preferibilmente, sempre più in target, promuovere prodotti e servizi e sviluppare una presenza solida sul mercato. Se le cause che spingono le aziende a dotarsi dei profili social sono evidenti, non è sempre detto che gli obbiettivi di business vengano raggiunti così facilmente.


Il social media marketing è uno strumento efficace per le attività, a patto di saperlo gestire con competenza e professionalità. Per venire incontro alle esigenze di aziende e liberi professionisti che desiderano far crescere la propria presenza online, e con essa il proprio fatturato, negli ultimi anni sono nate delle piattaforme che aiutano a rendere più efficiente la complessa mole di lavoro che richiede una content strategy e, di conseguenza, riducono fortemente il tempo dedicato alla gestione dei social.


In questo scenario, tra le realtà più apprezzate dal mercato italiano spicca sicuramente PostPickr, una piattaforma gratuita per la gestione dei social media che offre una serie di interessanti funzionalità e la possibilità di modulare i piani di sottoscrizione in base alle proprie esigenze. A seconda del numero di profili social da monitorare e dal tipo di assistenza richiesta, infatti, è possibile scegliere fino a cinque diverse modalità di abbonamento, da quella a costo zero (pensata in particolare per chi opera su un progetto social personale o per un business che si è affacciato da poco a questo mondo), fino a quella dedicata a grandi gruppi che si occupano di curare la comunicazione di un vasto numero di clienti.


I vantaggi di utilizzare una piattaforma che aiuti nella gestione dei social media sono numerosi, a cominciare dal risparmio di tempo e di risorse. Un tool di questo tipo consente di creare, di editare e di programmare i post per molteplici canali tutti da un'unica schermata, nonché di condividerli con i membri del proprio team di lavoro. Negli ultimi anni i luoghi da presidiare online si sono moltiplicati, e con essi si è allungata la lista di attività da svolgere: poter diffondere i propri contenuti su varie piattaforme in un unico click rende decisamente più scorrevole il workflow di un social media manager.


Un ulteriore aspetto, divenuto ormai imprescindibile per chiunque voglia strutturare dei contenuti strategici, è la loro pianificazione. La maggior parte dei post, infatti, va ideata, creata e programmata in anticipo: in questo caso avere uno strumento che si occupi di farlo è senza dubbio un grande aiuto.


L'aumento della produttività per una realtà che utilizza i social media con cognizione di causa passa anche per l'analisi delle performance. Il marketing digitale, infatti, ha un approccio sempre più data driven, e per questo motivo pensare di mettere in campo una content strategy (con il conseguente impiego di risorse) senza testarne l'efficacia con dati attendibili è sconsigliabile. I tool nati con lo scopo di aiutare i business ad organizzare la propria presenza sui social si occupano anche di questo: aggregare le statistiche rilevanti per l'utente e renderle facilmente interpretabili e condivisibili. In questo modo, capire cosa funziona e cosa, invece, si può tralasciare, sarà ancora più semplice e rapido.



#social #marketing #aziende